educazione Archivi - Piano terra lato parco

Educazione, rispetto, egoismo e carrelli della spesa

Vi racconto una storia. Parla di educazione, di empatia e un pochino – ve lo dico – anche di razzismo. La storia comincia con una gravida, no meglio: con una gravida evidente, di quelle che sono al sesto mese di gravidanza e sono più grosse dell’ordinario. La gravida si trova nell’Ufficio ASL di zona per

Perché mio figlio non lascia mai il suo peluche? Funzione e importanza dell’oggetto transizionale

Perchè mio figlio non lascia mai il suo peluche? E quando dico mai, intendo mai. Lo tiene quando dorme, lo tiene quando mangia, lo tiene quando usciamo e anche quando siamo in casa a fare niente. A me, ormai, sembra di avere due figli, di cui uno peloso e con le corna. È normale o

educazione-gentile-dei-bambini

Educare alla gentilezza: perchè essere gentili con i bambini è importante?

Praticate gentilezza a casaccio e atti di bellezza privi di senso Avete mai sentito questa espressione? È di Anne Herbert, nota scrittrice californiana. La prima volta che l’ho letta mi sono chiesta cosa significasse. Era totalmente decontestualizzata e non riuscivo ad afferrarne l’utilità. Poi ho capito che rientrava in una più ampia filosofia di vita,

Fare la nanna: la nostra esperienza

Il momento della nanna,  non so perché,  è sempre quello che crea più stress ai neogenitori e ai loro piccoli. Quando aspettavo Edoardo ero sempre preoccupata che non avrebbe dormito,  che mi avrebbe fatto passare nottate insonni e che avrei finito col diventare una di quelle mamme che per anni archiviano la questione “dormire”  alla

clementoni-doc-coding

Clementoni Doc: l’importanza del Coding tra scuola e gioco

Il 19 ottobre scorso ho partecipato alla Conferenza Stampa in cui Clementoni ha annunciato il lancio di Doc: il robottino educativo che, insieme ai suoi fratelli, insegna ai bambini la logica della programmazione informatica.   Come mamma ho sempre appoggiato e favorito l’approccio di Edoardo alle tecnologie informatiche. Ho deciso di comprargli il primo Tablet quando aveva