Margherita è la voce narrante di questo straordinario romanzo horror psicologico destinato a lasciarvi a bocca aperta dopo un rocambolesco turbinio di emozioni.

All’inizio dell’estate del 2018, Margherita – studentessa in crisi che ha deciso di prendersi un anno sabbatico dall’Università, decide di sostenere un colloquio di lavoro a casa degli Ordelaffi, un’antica famiglia benestante che vive nella bellissima Villa storica di vetro ale porte di Roma.

Il lavoro consiste nel fare da istitutrice alle gemelle Lucrezia e Lavinia, due bambine splendide e identiche, dotate di grande talento nel pianoforte e nell’equitazione.

Tutto sembra perfetto: la casa, la vita familiare, il lavoro a contatto con le bambine.

Eppure, pochi giorni dopo aver ottenuto il lavoro, Margherita inizia a percepire presenze misteriose e inquietanti tra le mura di casa.

“Sono Loro” – dicono le bambine – “gli spiriti dei vecchi padroni di casa, tornati qui per riportare alla luce l’orrore”.

romanzo horror Loro di Roberto Cotroneo

La penna di Roberto Cotroneo è da sempre avvezza a temi molto introspettivi e destabilizzanti, primo su tutti il doppio in ogni sua accezione: verità e ambiguità, bene e male, violenza e sacralità, felicità e oscurità dell’anima.

Anche in questo romanzo, il nucleo narrativo gira intorno ai temi più cari all’autore, costruendo un labirinto di ossessioni e sensazioni nel quale si perde totalmente il senso dell’orientamento.

Cotroneo è capace di raccontarti una storia e portarti all’ultima pagina di ogni suo libro con la convinzione di averne compreso ogni aspetto: salvo, poi, girare una piccola, piccolissima, potrei dire minuscola chiave in una serratura e aprirti gli occhi su una realtà che non immaginavi lontanamente.

Alla fine di questo libro, che si basa sull’ambientazione tradizionale di molti classici horror di fine ottocento/inizi novecento (il tema dell’istitutrice che prende servizio in case infestate da presenza oscure, per esempio, ci è molto caro), si arriva con la granitica convinzione di avere letto un certo tipo di racconto.

Convinzione che, però, viene spazzata via da un plot twist stupefacente sulle battute finali, che capovolge ancora una volta i punti cardinali della narrazione e manda il lettore a gambe all’aria con tutto il suo castello di suposizioni:

libro horror Loro di Roberto Cotroneo

Indubbiamente un capolavoro della narrativa horror psicologica: personalmente, il miglior libro horror psicologico mai letto in assoluto.

Il mio voto:

Ti interessa una recensione più dettagliata o hai bisogno di un’analisi approfondita del libro?

Vuoi parlare con me di questo libro? Lasciami un commento al post di Instagram!


LEGGI ANCHE:

Potrebbero piacerti anche questi post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Verified by MonsterInsights