LIBRI

Come leggere molti libri?

Molte persone mi chiedono spesso : come fai a leggere molti libri in poco tempo? E’ una domanda che avrò sentito centinaia di volte ma mi coglie sempre indecisa su come rispondere.

È vero, mi piace leggere moltissimi libri in poco tempo. E’ anche vero che mi capita spesso di incappare in lunghi blocchi di lettura. Quindi, sul lungo periodo la mia media si abbassa.

Leggere tanti libri per me è un piacere, una passione ed una grande fonte di soddisfazione.

Perché io sono una persona molto curiosa e amo apprendere sempre cose nuove che non conosco. Mi viene quindi spontaneo divorare interi libri.

Tuttavia, anche io utilizzo qualche piccolo accorgimento per massimizzare i risultati di lettura. Se vi interessa potenziare i vostri ritmi provate a seguire questi pochi e semplici consigli, sono certa che funzioneranno anche per voi.

1 – Ponetevi obiettivi realistici.

La lettura non è un obbligo, è un piacere. Leggere molti libri deve essere un interesse reale e non una cosa da fare per forza, solo perché la fa qualcun altro o ci fa sembrare intelligenti. Non si vince nessun premio, salvo che si stia partecipando ad una competizione. Quindi è fondamentale porsi dei traguardi realmente raggiungibili, onde evitare la frustrazione e l’abbandono.

Se si è abituati a leggere un libro ogni due mesi non è ragionevole pensare di trasformarsi in un lupo mannaro che divora un libro a settimana.

Si può cominciare impegnandosi a dimezzare i propri tempi di lettura, cercando di leggere almeno un libro al mese. Non importa la lunghezza, impegnatevi a concludere almeno un libro nell’arco dei trenta giorni.

Questo rafforzerà la vostra autostima e la soddisfazione per aver portato a termine l’obiettivo e vi stimolerà a fare sempre meglio. Se poi il libro fosse breve, avreste tutto il tempo per iniziarne un secondo.

2 – Impegnatevi a capire quale sia il momento giusto per leggere.

Se si ha a disposizione soltanto la sera, e siete tra quelli ai quali leggere concilia il sonno, non potrete mai pretendere di leggere molti libri in poco tempo. La lettura richiede molta presenza mentale, anche se è un piacere.

Sottrarre ore di sonno per dedicarle ai libri rischia, con il tempo, di essere controproducente perché ad elevati livelli di stanchezza corrispondono bassi livelli di rendimento. In questo caso è molto meglio che troviate dei piccoli spazi durante il giorno, magari concentrati nel week end.

Create dei riti, magari sdraiandovi sul divano con una coperta e una tazza di thè. Oppure con un dolce da gustare durante la lettura.

Oppure ricercate i momenti morti dei quali vi parlo al punto 4.

3 – Spegnete lo smartphone !!!

Restate soli col vostro libro.

 4 – Scegliete libri che vi interessino davvero.

Spesso ci facciamo influenzare dai suggerimenti e giudizi degli altri nella scelta di un libro. Siamo portati a ignorare totalmente il nostro istinto a riguardo.

Magari seguiamo un bookblogger particolarmente influente e ci lasciamo trascinare dai suoi consigli senza un minimo di giudizio (auto)critico.

E’ un errore che non bisogna mai fare. Comprare un libro che in realtà non ci interessa è non solo uno spreco di soldi ma anche un sicuro naufragio della lettura perché la noia spingerà ad abbandonarlo.

Io, per esempio, seguo Ilenia Zodiaco e mi fido molto dei suoi consigli letterari. Ma ho imparato una cosa di me stessa: non sopporto i saggi (salvo che trattino argomenti di cronaca) e le saghe familiari. Entrambi i generi sono da lei super consigliati. Tuttavia, intraprenderne la lettura sarebbe per me fonte di enorme frustrazione. Quindi li evito e mi concentro sui generi che preferisco.

Studiate voi stessi e capite cosa vi piace. Già solo questo raddoppierà la vostra velocità di lettura.

5 – Portate sempre con voi il vostro libro o il vostro E-reader.

Sono sicura che stiate pensando: “ma dove? ma quando? io di giorno non ho il tempo di sputarmi in faccia figuriamoci di leggere!!”

Lo so, lo pensavo anche io.

Poi mi sono accorta che nel corso di una giornata ci sono tantissimi tempi morti che ero abituata a riempire ricorrendo allo smartphone.

Non mi credete?

  • dal medico, in sala d’attesa
  • in Posta/Banca, quando è giorno di pensioni/tasse universitarie e avete 34 utenti in coda davanti a voi
  • alla stazione mentre aspettate il treno; alla fermata dell’autobus e sui vari mezzi pubblici che prendete;
  • durante la pausa pranzo (sì, lo so, fa molto Rori Gilmore), se non siete soliti condividerla con i colleghi o se siete in ufficio da soli.
  • in macchina, mentre aspettate che Fagiolino/a esca da scuola/catechismo/nuoto/ciclocross/lambada acrobatica. Sì, insomma, mentre aspettate i figli.

Una volta, in palestra, ho visto una ragazza leggere mentre camminava a 6 all’ora, pendenza 4%, sul tapis roulant…però ecco, questo io non ve lo consiglio.

Insomma, le occasioni possono essere davvero molte, e avere con sé il libro che si ha in lettura è al contempo un piacevole intermezzo e un metodo per mantenere costante il ritmo di lettura.

6 – Tenete una lista di libri che desiderate leggere.

Leggere molti libri necessita organizzazione.

Avere uno scaffale ordinato, con i titoli che dovete ancora affrontare, oppure una lista aggiornata con quello che vi interessa, eviterà che a lettura terminata stazioniate attoniti per giorni a domandarvi “e adesso cosa leggo?”.

Fidatevi, funziona. Dopo giorni trascorsi ad osservare la libreria come la mucca osserva passare il treno, ho capito che magari una lista mi avrebbe aiutata. Ciao Chiara eh, ben svegliata.

7 – Seguite i social di altri appassionati di lettura ed iscrivetevi ai gruppi a tema.

Facebook, Goodreads e Anobii sono ottimi strumenti per confrontarsi con gli altri lettori e tenersi aggiornati sui loro progressi e sui loro titoli.

Anche Youtube è un canale di informazione e formazione importante per scoprire veri e propri guru di lettura.

Poi ci sono i Book blog, come questo. Quindi seguitemi e condividete i miei articoli. Sì, insomma, diffondete il verbo.

8 – Consultate regolarmente i siti e le pagine social delle Case Editrici.

Con l’esperienza, noterete che ai vostri interessi letterari corrisponderanno quasi sempre le stesse.

In questo modo sarete sempre informati sulle novità in arrivo e le aspetterete con un’emozione che catalizzerà la vostra voglia e velocità di lettura.

9 – Non dimenticate mai che leggere è un piacere e un privilegio.

Nessuno vi costringe o vi rincorre con una mazza chiodata per raggiungere traguardi. Se non avete voglia, non leggete.

Leggete per voi stessi, con passione, con curiosità, con amore per quello che fate.

Con il passare del tempo la vostra velocità di lettura aumenterà, sarete più allenati. E il giorno in cui non vi chiederete più come potete fare per leggere tanti libri sarà quello in cui vi accorgerete che avete letto più di quanto credevate possibile.

Spero che questi consigli vi siano utili. E adesso forza: scegliete il vostro libro e buona lettura!

Ti interessa qualche spunto sui libri da leggere?

Clicca qui e scopri quali sono i libri che consiglio di più a chi vuole leggere molti libri!

2 Comments

  • Maddalena

    E’ bellissimo, questo post! Io sono una di quelle dannate che leggono meno di quanto scrivono. Sono fermamente convinta che non sia un problema di tempo, nemmeno quando il tempo è poco: nella vita è sempre questione di scelta e di priorità. Per esempio un mucchio di volte, la sera, mi gongolo all’idea di passarmi la mattina seguente cucciosa sul divano a leggere: quando poi arriva l’indomani, ricordo il proposito, ma il desiderio si spegne. Per qualche motivo, leggere al mattino di un giorno feriale, a casa, mi sa di malattia. Prediligo sere, weekend e vacanze. E i famosi tempi di attesa di cui hai detto benissimo, e che “ingrasso” con le mie personali attese, per esempio quando mia figlia è in bagno prima di metterla a letto. Ci sta almeno venti minuti: che, spesso, do alla lettura.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.