Libri da leggere in caso di quarantena (ma anche no)

Libri da leggere in caso di quarantena (ma anche no), Piano terra lato Parco

Durante la quarantena ho letto molti libri, non tanto quanto mi sarei aspettata, ma comunque abbastanza.

Se vi state chiedendo come io sia riuscita a gestire la casa con due bambini, uno dei quali in DAD, il lavoro che comunque ho ripreso già dopo Pasqua, oltre agli annessi e connessi della vita familiare, e anche a leggere, qui potete trovare qualche consiglio su come si fa a leggere tanto e diventare lettori forti.

E, SPOILER, no: non è che non ho una mazza da fare, ho semplicemente imparato a non perdere tempo in cose inutili (tipo quando si va su facebook a commentare un post altrui dicendo che non si ha tempo neppure di sputarsi in faccia…però il tempo di lasciare quel commento acido lo si ha).

Libri da leggere in caso di quarantena

Quelli che ho affrontato sono tutti libri estremamente interessanti e che vi consiglio assolutamente se stanno cercando nuove letture, vediamoli in dettaglio.

1) Chernobyl 01.23.40 di Andrew Leatherbarrow

Libri da leggere in caso di quarantena (ma anche no), Piano terra lato Parco

In concomitanza con la serie tv andata in onda su Sky Atlantic, ho deciso di affrontare la lettura di questo testo che ne è stato, per certi versi, l’ispiratore. Si tratta di una ricostruzione molto accurata dei tragici avvenimenti accaduti il 26 aprile 1986, arricchita dal racconto di viaggio che il protagonista ha fatto nei luoghi della sciagura.

Se avete già visto la serie seguirete il libro con molta facilità, quasi rivedendo i volti dei personaggi spuntare tra le pagine. Se invece non avete visto la serie, cosa che comunque vi raccomando di fare perchè è veramente molto bella, è un buon testo per approcciare il tema dal punto di vista storico.


2) Catastrofe, la vera storia di Chernobyl, di Piers Paul Read

Se mi seguite, sapete che quando entro in una storia di cronaca o relativa ad avvenimenti tragici realmente accaduti, faccio incetta di titoli sull’argomento per avere più informazioni e la panoramica più ampia possibile. Anche in questo caso ho fatto così, e dopo il libro di Leatherbarrow ho letto il testo di Read.

Libri da leggere in caso di quarantena (ma anche no), Piano terra lato Parco

È diverso dal testo di Leatherbarrow, molto più tecnico nella parte iniziale, infatti se siete interessati all’argomento, vi consiglierei di seguire lo stesso ordine di lettura che ho seguito io, leggendolo per secondo. Contiene molte informazioni di natura tecnica, in qualche passaggio è pesantuccio, ma è molto approfondito e narra la vicenda da un punto di vista più largo, includendo svariati dietro-le-quinte.

Ha un ampio sguardo sulle ricadute socio-politico-economiche dell’evento, elemento che ho molto apprezzato perchè apre la mente ad una comprensione ampia di certi fenomeni economici e sociali.

Su Amazon è in vendita a 25 euro, vi conviene acquistarlo in formato digitale dalle vostre piattaforme e-reader.


3) Preghiera per Chernobyl, di Svetlana Aleksievic

Ultimo titolo dedicato all’argomento, il saggio inchiesta della giornalista bielorussa Svetlana Aleksievic, premio Nobel per la letteratura nel 2015.

Libri da leggere in caso di quarantena (ma anche no), Piano terra lato Parco

Se state cercando di farvi male e farvi prendere a calci nello stomaco da un romanzo corale talmente bello da essere quasi lirico, avete trovato il libro giusto. La Aleksievic non ha scritto un’indagine storica su Chernobyl. Ha scritto un compendio della tragedia umana che Chernobyl ha determinato, intervistando centinaia di persone e lasciando che ognuna di esse raccontasse la propria tragedia e quella dei propri cari.

Io vi assicuro che leggendo questo libro sentirete un dolore in fondo allo stomaco che non credevate di poter provare.Non è un libro per tutti, non è un libro didascalico o storiografico, è un libro che parla di sofferenza umana. Leggerlo è un imperativo morale.


4) Il cigno nero, di Nifosi E. Nassim

Questo forse non è il testo che normalmente avrei scelto per svagarmi, ma durante una quarantena dovuta alla più grave pandemia degli ultimi 100 anni ho pensato che ci stesse bene.

Libri da leggere in caso di quarantena (ma anche no), Piano terra lato Parco

Il cigno nero è un saggio che tratta il tema della reazione dell’uomo ai grandi avvenimenti imprevedibili dell’esistenza, sostenendo che l’essere umano sia incapace di comprendere davvero la casualità e tenda sempre a cercare, retroattivamente, spiegazioni semplicistiche a ciò che accade e che non riesce a comprendere.

Non aspettatevi però un pippone epistemologico: è un saggio filosofico, sì, ma che narra vicende reali analizzandole sulla base della nota teoria dei cigni neri. Io ve lo consiglio davvero tanto, soprattutto per ripensare integralmente le vostre reazione all’avvento del Covid.


5) L’ipnotista, di Lars Kepler

Andando sullo svago puro, vi consiglio un thriller che – se siete amanti del genere – con ogni probabilità avrete già letto, essendo uscito nel 2009. Io che arrivo sempre ultima l’ho letto nel 2020.

Libri da leggere in caso di quarantena (ma anche no), Piano terra lato Parco

Sono sincera, non ho capito cosa abbia di straordinario questo libro da essere stato ai vertici del classifiche mondiali per mesi. Probabilmente nel 2009 il fenomeno giallista svedese non era ancora esploso nella sua maestosa magnificenza e quindi il gioco era più facile. Oggi siamo abbracciati in ogni dove da ottimi thriller nordeuropei, di pari o superiore livello, per cui non mi sono sentita sbalordita.

Tuttavia, è un buon thriller, movimentato il giusto, con una trama interessante e non banale

Ne hanno tratto anche un film che però non ho visto.


6) I gemelli di Piolenc, di Sandrine Destombes

Leggo sempre volentieri libri che parlano della scomparsa di bambini, sono macabra e con un sottile gusto del tetro e del funebre. È tremendo, lo so, ma sono così sin da quando ero bambina e desideravo avere un letto a forma di bara, chiedete a mia madre.

Libri da leggere in caso di quarantena (ma anche no), Piano terra lato Parco

Ad ogni modo, ho scoperto con piacere che la Francia è discreta produttrice di serie tv carinissime (La foresta, La Mante, Black-spot, tutte su Netflix) ma anche di thriller veramente godibili.

Ci troviamo nella Francia del sud, a Piolenc, e partiamo con la scomparsa di una ragazzina di undici anni, Nadia, che svanisce nel nulla dopo essere uscita da scuola. Abbiamo immediatamente un sospettato ma anche una storia con un intreccio parecchio fitto che si snoda tra il passato ed il presente con grande maestria. Il libro è tetro, quasi soffocante per quanto è emotivamente coinvolgente. Non è banale, non è “stravisto” ed è la lettura perfetta per i mesi estivi di chi ama il crime.


7) Patagonia Express, di Luis Sepùlveda

Con la morte di Sepúlveda ho deciso di leggere, finalmente, uno dei suoi libri che avevo in wishlist da tempo.

Libri da leggere in caso di quarantena (ma anche no), Piano terra lato Parco

Se avete voglia di viaggiare ma sapete che non potrete andare in vacanza, questo è il libro per voi. Un resoconto scritto con gli appunti del suo viaggio in Patagonia e nelle Terre del fuoco: luoghi, leggende, racconti di culture straordinarie e magiche, che vi trasporteranno dall’altra parte del mondo con la magia abituale degli scritti di Sepùlveda.

Il mondo ha perso un grande autore, un grande scrittore, una preziosa fonte di cultura e di sapere. Ci mancherà incredibilmente, era un Mago.


Avete letto qualcuno di questi libri? Quali sono state le vostre letture in quarantena? Vi aspetto nei commenti per parlarne insieme!

Voi avete già letto questi libri? Avete scelto cosa leggerete quest’estate?

Chiara Mainini

Founder di Piano terra, lato Parco
Avvocato e web editor
Mamma di Eddy e G, moglie di Teo

potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

SEGUIMI!