Billy Milligan

Diverso tempo fa, talmente tanto che ormai credo non mi aspettasse nemmeno più, Sara Giangreco aka Nowaytobeme(qui se volete leggere il suo blog, io ve lo consiglio) mi ha contattata per chiedermi se volessi ricevere il suo libro. 

Era la prima volta che venivo contattata da un autore per recensire la sua opera e sono stata subito entusiasta. Il libro, intitolato Nowaytobeme : un libro semplice per una vita complessa, è arrivato nelle mie mani dopo pochi giorni e da lì è iniziata la sua attesa e quella della sua autrice.

Sabato pomeriggio finalmente l’ho preso dallo scaffale e l’ho letto. Tutto d’un fiato, con solo una piccola pausa per la cena e la visione di un film in famiglia.

E’ un libro fenomenale. Un incrocio tra una biografia dal taglio decisamente ironico e un pamphlet sul mondo che la circonda, con una spiccata tendenza allo humour più intelligente e realistico che possiate immaginare.

I pensieri di Sara sono veri e spontanei. Rovesciati in un flusso di coscienza inarrestabile e liberatorio, che vi avvicina all’autrice quel tanto che vi è necessario per entrare nella sua dimensione: terminata la lettura, di appena 104 pagine, sentite di conoscerla. Ed è tutto merito della sua capacità di proiettare la sua sincera personalità molto oltre la parola scritta.

Sara ha lo straordinario talento di non risultare mai polemica nemmeno negli spaccati di forte critica. Il suo linguaggio è semplice e diretto, spesso anche molto colorito ma mai disturbante. La sensazione che il lettore ricava dalla lettura di questo memoir è quella di una chiaccherata con un’amica che alla fine ti manca moltissimo.

Io ho riso leggendo come non mi capitava da molto tempo.

Mi sono divertita ad accorgermi che i pensieri dell’autrice sono spesso anche i miei, a scoprirmi del tutto allineata alla sua visione del mondo. Non sono stati pochi i momenti nei quali ho persino letto a mio marito certe righe brillanti:

<< […] Quando la figa di legno tenta di prevalere sull’acida cervellotica, allora c’è da scappare, perchè la prima , ingenua, crede di essere in vantaggio, la seconda, perchè intelligente, ne è certa e ha mille tesi da esprimere a favore della sua idea, che purtroppo la gnocca o presunta tale non capisce, e alle quali replica con cazzate di ogni genere senza nessun senso logico, il più delle volte aggiungendo agli sproloqui tutta la famiglia della vittima. Entrambe alla fine credono di esserne uscite vittoriose, una non capisce che ha fatto la figura della cretina che è , l’altra che mettersi a strillare paroloni con una che può discutere solo di borse e make up con un chihuahua, anche se sei superiore, non è che faccia curriculum >>.

Si ride in più punti e di gusto, ma non c’è solo riso e non c’è solo satira tra le parole di Sara.

Ci sono anche una marea di riflessioni bellissime che vi colpiscono nei momenti in cui meno ve le aspettate e che non potrete che condividere:

<< […]Fatto sta che io credo che ogni giorno una madre compia un miracolo, di cui spesso non si rende conto: cerca di lasciare al mondo una persona degna di viverci. Non tutte ci riescono, qualcuna manco ci prova. Chi come me ne ha fatto una delle proprie ragioni di vita, si impegna e spera che il proprio sporco lavoro abbia dei risultati quantomeno non dannosi per il prossimo. Io giuro che ho fatto del mio meglio anche in questo e continuerò a farlo; chi vivrà, vedrà >>.

Il mio giudizio è assolutamente positivo

 

Voi lo avete letto? Fatemi sapere se vi è piaciuto!

riparare i viventi

Chiara Mainini Administrator

Ciao, mi chiamo Chiara Mainini, mi sono laureata a pieni voti in Giurisprudenza a 23 anni e ho esercitato per dodici la professione di Avvocato penalista. Oggi ho cambiato rotta, dopo un master in web marketing e scrittura per la rete lavoro come web editor freelance: creo contenuti per il mio blog ed altri siti che si occupano di maternità.

follow me
Tag:, , , ,