Ho studiato tanto nella mia vita.

Il Liceo Classico, poi l’Università e la laurea in Giurisprudenza.
Dopo la laurea ho studiato ancora. Nuovi tomi come non avessi studiato mai, un praticantato sfibrante e senza un centesimo, un esame di abilitazione che è una prova di resistenza fisica: una maratona di quattro giorni con ottomila persone stipate in chilometri di corridoi, per scrivere in massimo tre pagine il condensato di studi di una vita. Poi mesi di ulteriore studio per sostenere l’orale e l’abilitazione conseguita con il sudore di mesi di notti insonni e una reclusione totale per un’intera stagione.

E poi, diventata avvocato, ho studiato ancora.

Ho iniziato a studiare per il lavoro, dentro e fuori dai Tribunali, dentro e fuori dai carceri, dentro e fuori dalle aule bunker anche al fianco di collaboratori di giustizia.
Sono avvocato da nove anni e nonostante la giovane età ho affrontato processi anche di una certa complessità.
Poi però ho deciso di diventare una mamma e improvvisamente pare che abbia perso la mia intelligenza, il mio spessore e la mia capacità di capire.

Sono una mamma, ci si aspetta che abbia paure infondate e patemi inutili.
Sono una mamma, non sono in grado di prendere una decisione dettata dal giudizio.
Sono una mamma, ciò che penso e dico è assurdo perché nasce dagli ormoni.
Sono una mamma, ascolto voci inadeguate e leggo fonti prive di autorità.
Sono una mamma, se mi documento su una qualunque argomentazione di certo non mi compete, non sono in grado di capirla e anche se la capissi devo comunque fare, coi miei figli, come vorrebbe qualcun altro.

Sono una mamma.

Da qualche parte, nel buco nero dell’ignoranza, ho perso qualunque accessorio di stima, professionalità e intelligenza, divenendo definitivamente – nell ‘opinione comune – una scheggia impazzita, la piaga del secolo.

Un avvocato competente è oro.
Un medico competente è un bene per l’ umanità.
Un architetto competente è una risorsa preziosa.

Una “mamma competente ” è un peso insopportabile, sbeffeggiato e rinchiuso tra virgolette di scherno.

Chiara Mainini Administrator

Ciao, mi chiamo Chiara Mainini, mi sono laureata a pieni voti in Giurisprudenza a 23 anni e ho esercitato per dodici la professione di Avvocato penalista. Oggi ho cambiato rotta, dopo un master in web marketing e scrittura per la rete lavoro come web editor freelance: creo contenuti per il mio blog ed altri siti che si occupano di maternità.

follow me

Related Post

Tag:,